Trattamenti durante la gravidanza

I nove mesi che precedono la nascita di un figlio sono, per la donna, un periodo molto particolare. Per portare a termine il sublime compito di dare alla luce una nuova vita, infatti, il suo corpo e la sua mente intraprendono un lungo percorso di trasformazione.
Durante questo lasso di tempo i livelli ormonali della futura mamma cambiano sensibilmente e, con essi, non soltanto il suo aspetto fisico, ma anche il suo stato emotivo.
Tutto questo ha evidenti implicazioni anche per il nascituro.

Due vite, un solo corpo
Nel corso della gravidanza, madre e figlio sono una cosa sola: ciò che vive la prima, le gioie e i problemi della quotidianità, si riflette anche sulla piccola creatura che ha in grembo.
Per questa ragione, durante la gestazione, è molto importante dar modo all’organismo di liberarsi di tutte le tensioni accumulate, così da riportare la sfera emotiva in uno stato di serenità. A tal fine è possibile intervenire attraverso una serie di manualità che, lavorando su specifici tessuti, esercitano un effetto benefico sugli organi e le viscere a questi collegate, purificando il sangue della futura madre da tutte quelle emotività represse o non completamente espresse che potrebbero influenzare il nascituro, generando in lui, una volta venuto alla luce, quelli che vengono ormai catalogati come comportamenti sconvenienti (es. piangere senza motivo, urlare, non mangiare, parlare senza fermarsi, avere paura di tutto ecc.).

Per una gravidanza serena
Un simile trattamento, che serve a migliorare la tranquillità e il benessere psicofisico della gestante, può essere effettuato a partire dal terzo mese di gravidanza.
In prossimità del parto, ovvero dalla 36esima settimana, si comincia, con specifiche manualità, a preparare il fisico a questo momento fisicamente ed emotivamente impegnativo. Lo scopo di queste applicazioni è quello di elasticizzare i tessuti, velocizzare il travaglio, agevolare la dilatazione ed evitare così lacerazioni nella fase espulsiva.
Queste pratiche richiedono il coinvolgimento della persona che accompagnerà la futura mamma in sala parto (marito, partner, mamma ecc.) e che sarà chiamata ad eseguirle in prima persona, dando il suo contributo alla nascita di una nuova e preziosissima vita.

Per info manda una mail cliccando qui a fianco →    CHIEDI INFO
Oppure contattami telefonicamente:
Donata Pistone: 339/4650857

Lascia un commento